L’avvocatura comunale perde pezzi: Vito Spano trasferito a Santeramo

Scongiurato il rischio di perdere il quarto segretario comunale in un anno dopo la richiesta presentata da Michele Fratino in cerca del via libera per il trasferimento a Sulmona e che invece si è visto rifilare un no secco dal primo cittadino, il Municipio gravinese continua a perdere pezzi.
Dallo scorso lunedì, l’avvocato Vito Spano, uno dei dirigenti insieme a Lucia Lorusso dell’Avvocatura Comunale, ha preso servizio nel Comune di Santeramo dopo aver vinto la selezione pubblica per l’individuazione del dirigente dell’Area Giuridico Amministrativa, indetta dal sindaco D’Ambrosio la scorsa estate.

L’incarico, a tempo determinato e per un massimo di due anni, è strettamente legato al mandato dello stesso Michele D’Ambrosio.
Intanto a palazzo di città il posto ricoperto sino a fine novembre dall’avvocato Spano resta vacante. Il dirigente, infatti, ha presentato richiesta di aspettativa e secondo la normativa vigente sebbene non ha diritto a ricevere assegni, gli sarà riconosciuta l’anzianità di servizio. L’amministrazione gravinese, pertanto, “si impegna a mantenere vacante in organico, fino a trenta giorni successivi alla cessazione dell’incarico, il posto dallo stesso precedentemente ricoperto, qualora lo stesso dipendente ne faccia richiesta”.
Salvo eventuali nuovi ordini, tra un massimo di due anni, l’avvocato Spano potrà tornare ad occuparsi delle vicende legali del municipio gravinese.